giovedì 4 ottobre 2018

lunedì 24 settembre 2018

Prière à saint Michel

Timoteo Viti (1469-1523), San Michele Arcangelo, dettaglio della Pala d'Altare "Noli me tangere", Chiesa di Sant'Angelo Minore a Cagli (Pesaro-Urbino) (Regione Marche, Italy)

Conduis-moi, douce lumière,
dans les ténèbres qui m'entourent,
conduis-moi vers le haut !
La nuit est épaisse et je suis loin de chez moi :
conduis-moi vers le haut !
Dirige mes pas car je n'y vois rien ;
que je voie seulement à chaque pas.

Jadis j'étais loin de t'en prier.
Je voulais moi-même choisir mon chemin,
croyant pourvoir le déterminer
à ma propre lumière, malgré le précipice.
Avec fierté, j'élaborais mes buts.
Mais maintenant, oublions tout cela.

Tu me protèges depuis si longtemps,
que tu accepteras bien de me conduire encore :
au-delà des marécages,
des rivières et des écueils qui me guettent,
jusqu'à la fin de la nuit,
jusqu'à l'aurore où des anges me feront signe.
Ah ! je les aime depuis longtemps,
un peu de temps seulement je les ai oubliés.

 Bienheureux John Henry Newman


martedì 18 settembre 2018

SAN MICHELE ARCANGELO

Reproduction d'un vitrail- église St. Théodule - Sion (Suisse) 
                                          Copyright Padre Gilles

                        

SAN MICHELE (viene dalla città celeste):
Voi mi conoscete bene,
questa grande spada vi dice:
sono io che infliggo i colpi del Signore.
Quando Lucifero, mio fratello, si gloriò
di essere uguale a Dio e di regnare egli stesso,
la mia voce risuonò potentemente nel cielo:
“Chi è come Dio”?
E tutti gli angeli fedeli mi seguirono;
Satana fu precipitato nel fondo dell'abisso.
Ecco ora sono capo degli eserciti
combattenti contro Satana e i suoi
in questa terribile guerra mondiale
che dilaga nella nazione
come un fuoco divorante;
ed io proteggo con potenza coloro
che confidano in me.
Voi mi avete consacrato interamente un figlio.
Lo prendo sotto la mia protezione.
Possa diventare grande e robusto nel corpo
ma piccolo, molto piccolo per la vera umiltà.
Io proteggo fedelmente anche tutta la vostra casa
da ogni pericolo che vi minaccia.
Voglio darvi ancora un messaggio
che dovete scrivere profondamente nel vostro cuore,
ne scaturirà una grande benedizione:
un tesoro è nascosto qui in mezzo a voi.
un tesoro tanto grande quanto in cielo
non se ne trova uno più sublime e più grande.
Il vostro cuore chiede di risolvere questo enigma.
Perché la vostra casa è l'atrio del cielo?
Che cosa rende questo piccolo luogo così prezioso?
Che cosa unisce qui fortemente i cuori?
È il Cuore che è Re di tutti i cuori
Centro e corona per eccellenza:
il Divino Cuore di Gesù.
Oh! Ascoltate le dolci parole
che pronuncia nel più profondo delle vostre anime.
Apprendete a conservare il silenzio,
apprendete a stare in pace
ed egli farà meraviglie nei vostri cuori.
Siatene certi: se la pace regna in voi
la vera pace che nulla più turba,
allora la pace verrà anche per il mondo.
E, se voi non potete credere a me, l'angelo,
allora ascoltate la testimonianza
dei vostri fratelli e sorelle del cielo.

Santa Teresa Benedetta della Croce (Edith Stein) Anno 1942
in “Nel castello dell’anima”, pagine spirituali
Ed. OCD 2004, pp. 541-542.